La mia storia: da zero a Professionista

Bernardo Mancino

Raccontarsi non è poi così semplice, te ne accorgi subito appena inizi a buttar giù le prime righe.

Io invece la mia storia voglio raccontartela, augurandomi che possa essere d’esempio per coloro che si trovano in quel momento della loro vita in cui iniziano ad accorgersi che il loro futuro non sarà così sereno come hanno sempre sognato.

Voglio che tutti sappiano non solo chi sono oggi e come lo sono diventato, ma soprattutto chi ero prima che il Digital Marketing entrasse a far parte della mia vita.

Parlo di vita perché il digitale me l’ha stravolta, davvero. In pochi anni, partendo da zero mi sono costruito un futuro, studiando e applicando praticamente ogni singolo giorno, festivi inclusi.

Quando hai fame, quando non ti accontenti; quando hai veramente forza di volontà e voglia di fare, nulla ti può fermare.

Ho 22 anni nel momento in cui scrivo questa pagina e potrei essere già soddisfatto dei traguardi raggiunti se non fossi così ambizioso.

Sono passati ormai quattro anni da quando mi sono avvicinato per la prima volta al marketing online.

Chi lo avrebbe mai immaginato a volte mi dico, è davvero incredibile quanto la vita possa cambiare in così poco tempo.

Sono passato dal lavorare come operatore telefonico in un Call Center ad avere un Call Center come cliente, dal lasciare l’Università all’insegnare come docente, dal NON AVERE UN FUTURO al crearmelo con le mie mani, con sacrificio, costanza e dedizione.

Chi ero?

 

Non perdere più tempo, te lo consiglio vivamente.

Ho buttato via davvero moltissimo tempo della mia vita dietro a cose inutili. Certo, ho vissuto con molta spensieratezza gli anni adolescenziali, ma alla fine dei conti poi ti accorgi di aver perso molto tempo senza ritrovarti nulla in mano e che quindi dovevo darmi da fare sul serio bruciando veramente le tappe.

Avevo abbandonato l’università senza avere una professione e quindi un futuro, non mi andava di chiedere soldi ai miei genitori, ma non avendo più 13 anni la paghetta non bastava e sentivo che non avrei potuto costruire nulla di buono nella mia vita.

Il futuro devi creartelo.

Ero iscritto alla facoltà di Economia Aziendale quando dopo soli tre mesi e dopo aver sostenuto anche due esami, la abbandonai come detto poco sopra. I professori rendevano le lezioni una noia mortale e di una pesantezza unica con tutta la teoria di questo mondo, ma con zero pratica.

Credo invece che la pratica sia fondamentale e che stimoli gli studenti ad impegnarsi sempre più. 

Infatti nei miei corsi di formazione faccio applicare ogni singola nozione teorica al fine di far acquisire allo studente non solo un know how teorico, ma anche, e soprattutto, competenze pratiche da migliorare continuamente con l’esperienza, perché a che serve la teoria se non hai idea di come applicarla e di come affrontare le varie problematiche che sono sul campo si incontrano? 

A che serve esser laureato quando terminato il percorso universitario sarai costretto a fare la gavetta e ad essere sfruttato, perché di pratico non saprai far nulla?

Guadagnare una miseria? So benissimo cosa significa. 

Quando anch’io non sapevo fare realmente niente, ho lavorato diversi mesi come operatore di un Call Center part-time, con uno stipendio che andava dai 300€ ai 450€ nei mesi più fortunati, percependo circa 2,50€ all’ora più le provvigioni sui contratti, che più di una decina non se ne facevano mai.

Adesso credo sia più chiaro il motivo per cui posso affermare che il digitale mi ha stravolto la vita.

Ma ti dirò che quell’esperienza lavorativa mi ha insegnato molto e addirittura la consiglio a chi vuole intraprendere una carriera dove saper vendere è una delle competenze fondamentali, perché ho imparato:

  • Come comunicare efficacemente e rapidamente quando chi è dall’altra parte del telefono non ti conosce e soprattutto non vuole ascoltarti (Cosa non semplice così come lo è catturare l’attenzione di una persona che sta perdendo tempo sui Social con una sponsorizzata);
  • Come comunicare efficacemente i vantaggi di un’offerta in breve tempo (ti assicuro che questa competenza mi è servita molto a replicare la stessa cosa in un copy, ovvero un testo pubblicitario);
  • Come gestire le obiezioni dei clienti (fondamentale direi!);

Insomma prima di entrare nel mondo del Digital Marketing non avevo buone prospettive future, ma dato che essendo uno studente non sapevo far nulla, non avevo altra scelta che lavorare in un Call Center per guadagnare qualcosa.

Chi sono oggi?

 

Un Digital Marketing Strategist, un Social Media Manager, un Media Buyer, un SEO Specialist, un Web Designer, un Copywriter, un Funnel Marketer…

… ma riassumendo, sono un professionista del Digital Marketing certificato con i big players del settore come Facebook, Google, SEMrush e MOZ.

Partito da zero, ogni giorno studio e lavoro per migliorarmi, con la consapevolezza di operare in un settore in cui tutto è in costante evoluzione e la formazione continua è un must per “stare sempre sul pezzo”.

Certo all’inizio è stata veramente dura e lo è tutt’oggi, ma ti assicuro che per riuscirci, basta volerlo e che i risultati arriveranno e saranno molto appaganti.

Le soddisfazioni arrivano solo con i sacrifici e per fortuna io l’ho capito in tempo. Datti da fare e non buttare via il tuo tempo, è la cosa più preziosa che hai e lo sarà ancora di più quando saprai quanto vale, perché allora per avere a che fare con te dovranno pagare e non poco. 

Al tuo successo,

Bernardo.